IL DIGIUNO INTERMITTENTE , AIUTA PERDITA DI PESO E INCREMENTA LUNGIVITA'


pubblicato il24/10/2017 17:31:24 sezione News
IL DIGIUNO INTERMITTENTE , AIUTA PERDITA DI PESO E INCREMENTA LUNGIVITA'

E' uno degli interventi più efficaci che si conoscano per accendere l'interruttore "brucia grassi" nel nostro corpo e, magicamente, per eliminare la sensazione di fame.
Si tratta di un potente strumento per aiutare a mantenere il peso forma, vivere più a lungo e allontanare molte patologie.
Il giornalista della BBC Michael Mosley autore del libro“The Fast Diet: Lose Weight, Stay Healthy, and Live Longer with the Simple Secret of Intermittent Fasting” (La dieta del digiuno: Perdi peso, rimani in buona salute e vivi più a lungo con il semplice segreto del digiuno intermittente) ha deciso di sperimentare su se stesso gli effetti del digiuno intermittente.
Michael Mosley ha scelto un tipo di digiuno in cui si mangia normalmente cinque giorni la settimana mentre nei due rimanenti si assumono solo 500 calorie per le donne, 600 calorie uomini.
Il giornalista ha organizzato in questo modo la sua giornata a ridotto contenuto calorico: una colazione leggera (uova strapazzate, una fetta sottile di prosciutto, tè nero, per un totale di circa 300 calorie), molta acqua e tisane durante la giornata, quindi una cena leggera (pesce alla griglia con molte verdure) la sera.
Questa sorta di dieta è stata portata avanti per cinque settimane con risultati a dir poco sorprendenti: quasi 9 chili persi e le analisi del sangue – in particolare i dati riguardanti IGF-1, il glucosio e il colesterolo – migliorate, con forte riduzione del rischio di contrarre malattie legate all’età come il cancro e il diabete.
La cosa più interessante e sorprendente non è stata la perdita di peso ma l'assenza della fame e del desiderio di zuccheri e di cibi spazzatura.
E' preferibile pensare al digiuno intermittente come uno stile di vita piuttosto che una dieta. E 'un modo di vivere e di mangiare che può aiutare ad avere una vita più sana e più lunga.
Michael Mosley sottolinea anche l'importanza degli esercizi fisici intermittenti ad alta intensità - abbinati al digiuno. (vedere: http://www.nutrizionenaturale.org/come-ridurre-i-tempi-del…/)per ottenere dei risultati ancora più efficaci.
Oltre a rimuovere il desiderio per gli alimenti come lo zucchero e snack, e a fondere i chili di grasso in eccesso, rendendo molto più facile mantenere un peso corporeo corretto, la scienza moderna ha confermato che ci sono molti altri buoni motivi per praticare il digiuno intermittente, come ad esempio:
Normalizzare l'insulina e la sensibilità alla leptina, che è la chiave per una salute ottimale. L’insulino-resistenza (che interviene quando la sensibilità all'insulina diminuisce) è un fattore primario che favorisce quasi tutte le malattie croniche, dal diabete alle malattie cardiache e persino al cancro
Normalizzare i livelli di grelina, noto anche come "l'ormone della fame". Significa che fa diminuire il desiderio, a volte compulsivo, di continuare a mangiare a qualsiasi ora del giorno e della notte.
Promuovere l'ormone della crescita (HGH), che svolge un ruolo importante nella salute, nella forma fisica e nel rallentando del processo di invecchiamento
Abbassare il livello dei trigliceridi
Ridurre l'infiammazione e diminuire danni dei radicali liberi. Aiuta quindi a prevenire patologie croniche come l’artrosi reumatoide.
Molte ricerche che dimostrano come il digiuno abbia un impatto positivo sulla longevità negli animali. Ci sono diversi meccanismi che contribuiscono a questo effetto e, anche se non vi sono ancora prove scientifico ufficiali, l’effetto potrebbe anche manifestarsi nell’uomo.
Normalizzare la sensibilità all'insulina è importante, ma il digiuno inibisce anche il percorso mTOR, che svolge un ruolo primario nel guidare il processo di invecchiamento.
Lo studio ha trovato che il digiuno innesca un notevole aumento dell'ormone della crescita (HGH) -1300 per cento nelle donne, e un sorprendente 2.000 per cento negli uomini!
L'unica altra possibilità di aumentare i livelli di HGH sono gli esercizi fisici intermittenti ad alta intensità.
HGH, comunemente indicato come "l'ormone del benessere" svolge un ruolo importante nel mantenimento della salute, del benessere e della longevità, compresa la crescita muscolare, e l'aumento della perdita di grasso con l’accelerazione del metabolismo.
Il fatto che aiuta a costruire i muscoli e, nello stesso tempo promuove la perdita di grasso, spiega perché HGH aiuta a far perdere peso senza sacrificare la massa muscolare.

Il digiuno intermittente può anche miglorare la salute del cervello
Vi sono sempre più lavori scientifici che comprovano come il digiuno e l'esercizio fisico siano fattori di crescita che attivano il ricambio e il ringiovanimento del cervello e dei tessuti muscolari.
Questi includono i fattori di crescita BDNF e fattori muscolari MRF. Sono i fattori di crescita che segnalano alle cellule staminali del cervello e alle cellule satelliti muscolari di trasformarsi rispettivamente in nuovi neuroni e in nuove cellule muscolari.
È interessante notare che, il BDNF si esprime anche nel sistema neuro-muscolare dove protegge i neuro-motori dal degrado.
Il degrado del neuro-motore è parte del processo che spiega l'atrofia muscolare legata all'età.
Quindi il BDNF è attivamente coinvolto in entrambi, muscoli e cervello, e sembra essere una spiegazione del motivo per cui l'attività fisica può avere un impatto positivo sul tessuto cerebrale, e del perché la combinazione del digiuno intermittente con l'esercizio fisico ad alta intensità è particolarmente potente.
TORNARE IN FORMA SENZA SPRECARE TEMPO E DENARO ;
Un aspetto importante della dieta intermittente è che non è necessario l’impiego di prodotti dietetici che il più delle volte sono particolarmente costosi, ma è sufficiente dimenticare le cattive abitudini con semplici regole, comportamenti alimentari adeguati e pazienza.
Il successo è confermato da alcune ricerche effettuate negli Stati Uniti dal National Institute on Aging di Baltimora, tuttavia, prima di intraprendere un qualunque percorso terapeutico per tornare in forma è opportuno sottoporsi a controlli medici ed esami del sangue mirati alla valutazione dell’attività metabolica.
In realtà ,non si tratta di lunghi digiuni, che si rivelano dannosi, ma di rallentare la frequenza dei pasti in alcuni giorni della settimana o in alcuni periodi dell’anno allo scopo di riattivare tutta una serie di geni protettivi di cui il corpo umano è dotato e che ne proteggono la salute e incrementano la longevità.

Condividi nei social network   
Indicaci il tuo apprezzamento nei social network   

ALTRI CONTENUTI

STOP INUTILI DIETE


INSIEME PER DIRE NO ALLA ANORESSIA E BULIMIA


BIORIVITTALIZZAZIONE E BIORISTRUTTURAZIONE


PUNTI CHIAVE PER UN LIFTING CON I FILI A CONI


ACQUISISCI IL POTERE DELLA GIOVINEZZA: AGAROSIO


PRENDITI CURA DI TE, INSIEME A NOI


PRENDITI CURA DI TE, INSIEME A NOI 9° SFIDA


PRENDITI CURA DI TE , INSIEME A NOI 8° SFIDA